Paralimpici

Tommaso Perrino vince l'Open d'Italia Disabili. Ottima prestazione del nostro Jacopo Luce

Tommaso Perrino ha vinto la 19esima edizione dell’Open d’Italia Disabili – Sanofi Genzyme, torneo internazionale per golfisti paralimpici disputato al Golf del Ducato di Sala Baganza (PR). L’evento, che per il secondo anno consecutivo ha avuto il supporto come title sponsor di Sanofi Genzyme divisione specialty care dell’azienda farmaceutica Sanofi, specializzata in malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia, ha portato in campo valori come inclusione, aggregazione e condivisione. Nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf rafforza così il proprio impegno per supportare l’attività del settore paralimpico, promuovendo il messaggio di uno sport che va oltre ogni barriera.

Cerimonia di premiazione con il Presidente FIG Franco Chimenti – La premiazione del torneo si è svolta alla presenza di Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf e Vicepresidente vicario del Coni; Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022; Stefano Frigeri, Presidente del Comitato Regionale FIG Emilia Romagna; Marcello Cattani, Direttore della Divisione Oncologia di Sanofi Genzyme; Raimondo Meli Lupi di Soragna, Presidente del Golf del Ducato; Aldo Spina, Sindaco di Sala Baganza.

“Ho visto grande entusiasmo – ha commentato il Presidente Franco Chimenti – e sono davvero felice di poter premiare degli atleti straordinari. Il golf si adatta perfettamente alle esigenze di persone che convivono con la disabilità. È molto importante che lo sport faccia sentire la propria vicinanza al mondo paralimpico, svolgendo un ruolo sociale, confermandosi strumento di educazione e straordinario catalizzatore di valori universali positivi. Il Progetto Ryder Cup prosegue in sintonia con il board della Ryder Cup Europe e porta avanti i valori dell’inclusione e dell’aggregazione. Domani a Parma il trofeo della Ryder Cup sarà protagonista di un tour nei luoghi storici della città rafforzando così l legame fra sport e cultura”.

I risultati – Tommaso Perrino, 35 anni, professionista, con disabilità per aver perso un arto inferiore in un incidente stradale, cugino dell’altro pro livornese Andrea Perrino, ha preso subito il comando nel primo giro e ha concluso nella categoria medal scratch con 148 (72 76) colpi precedendo la svedese Lia Rasmus e Pierfederico Rocchetti. Nella categoria pareggiata ha prevalso Riccardo Bianciardi (141) davanti a Vittorio Cascino e a Roberto Molina. Nella seconda categoria, dove si è giocato con formula stableford, grande rimonta di Edoardo Biagi (21 punti), Coordinatore del Settore Attività Paralimpica della FIG, che in un acceso finale ha avuto ragione di Jacopo Luce e di Antonio Mandich. Premi speciali di categoria a Mirko Ghiggeri (Sensory), al portoghese José Pedro Sotomayor (Wheelchair) e a Luisa Ceola (Prima Lady)

Nell’occasione si è svolto anche il Campionato Italiano dove ha aggiunto un altro anello alla sua lunga catena di successi Pierfederico Rocchetti (52 punti), che nella scratch ha preceduto Roberto Molina e Riccardo Bianciardi, mentre Vittorio Cascino (70) ha conquistato il successo nella pareggiata superando Giulia Marabotti e Mirko Ghiggeri.

Ha detto Perrino: “E’ stato emozionante vincere all’esordio in questa competizione ed è stato un piacere immenso condividere questa esperienza con i miei nuovi amici. Vorrei esortare tutti i golfisti con disabilità a partecipare alla prossima edizione senza timori o remore. Siamo una grande famiglia e il golf ci unisce ancora di più”.

Gli atleti paralimpici del Veneto al Golf della Montecchia

Una giornata veramente speciale, sabato 21 settembre al Golf della Montecchia che ha ospitato un evento promosso dal Comitato Veneto Golf insieme al CIP del Veneto dedicato alla promozione del golf tra gli atleti paralimpici. Ad accogliere i partecipanti oltre al presidente del Comitato Veneto, Aldo Preo, a al presidente del circolo patavino Paolo Casati, che ringraziamo per l’ospitalità nella sua eccezionale struttura, il vice presidente del Cip Veneto, Giovanni Izzo. Cordialità ed entusiasmo trasmesso a tutti anche grazie ai due professionisti messi a disposizione dal Comitato e dal presidente Casati, Valentino Dall’Arche e Marianna Causin. Dopo un benvenuto ufficiale il gruppo dei partecipanti, divisi in gruppi omogenei, hanno potuto apprendere i primi rudimenti del gioco seguiti in campo pratica e in putting green anche grazie all’ausilio delle speciali attrezzature messe a loro disposizione grazie al Cip Veneto. Pochi minuti sono bastati perchè l’entusiasmo coinvolgesse tutti, allenatori, ospiti e accompagnatori dimostrando ancora una volta come il gioco del Golf sia tra i più inclusivi per i portatori di handicap. Al piccolo rinfresco che ha concluso la giornata palpabile tra tutti i presenti la soddisfazione e il desiderio di ripetere l’evento con più date programmate nel 2020 come auspicato dal presidente del Comitato Veneto Golf.

Un ringraziamento speciale a tutte le persone che si sono attivate nell’organizzazione della giornata, dal Cip Veneto con il presidente Ruggero Vilnai, a Nicola Luce, responsabile del settore paralimpico del Comitato Veneto, e ancora alla squisita sportività e gentilezza del Dott. Casati e del Golf della Montecchia.

Image
Image
Ryder Cup 2022

COMITATO VENETO GOLF

Viale Nereo Rocco presso Stadio Euganeo
Ingresso 1 Tribuna Ovest
35135 Padova

Tel: 049.8658419
Fax: 049.8658421

seguici su facebook

UTILITA'

NEWSLETTER

Iscriviti alla Newsletter di FederGolf Veneto per ricevere direttamente le news aggiornate !

I PIU' LETTI